Home > Uncategorized > Prima di tutto, passione.

Prima di tutto, passione.

1948, finita la guerra. Si respira un’aria nuova. La libertà e la democrazia hanno vinto. I ragazzi tornano a scuola. C’è da formare una nuova generazione dopo i milioni di ragazzi cha hanno lasciato la vita al fronte. Chris ha 10 anni e va a scuola a Londra. A Chris piace cantare e quando canta canta a squarciagola piu’ forte che puo’. La voce non è ancora matura e a 10 anni la tecnica non c’è. Non tutte le note sono precise e la maestra sente ogni nota e lui urla. Gli piace cantare e vuole farlo sapere. La maestra gli dice piu’ volte di cantare piano, ma Chris non riesce. Lui a cantare prova una gioia immensa e canta.

Esasperata la maestra lo butta fuori dalla classe. Convoca i genitori e dice loro di venire a prendersi il ragazzo un’ora prima perchè nell’ora di canto lei non lo vuole nel coro. Chis non parteciperà per tutto l’anno a nessuna ora di musica e non farà il saggio di fine anno. I suoi compagni nelle altre ore di scuola lo prendono in giro, ma lui a casa continua a cantare a squarciagola perchè a lui piace cantare.

2014, Chis è in pensione. Ha 76 anni. Ha passato una vita a fare il tipografo. Ma questa sera di giugno è in uno studio televisivo. Lo studio è quello della BBC, la diffusione è nazionale, in prima serata. Ci sono 4 cori amatoriali che si sfidano e Chris è il corista piu’ anziano del suo coro. E il piu’ anziano anche fra tutti i coristi presenti in studio. Quando canta vicino a lui c’è Paul, un ragazzo di soli 22 anni, e nel finale del pezzo cantano in coppia. Devono tenere una nota lunga e prendono fiato alternativamente. Quando uno respira, l’altro porta il volume al massimo, poi le due voci devono crescere e decrescere insieme per tenere il volume della nota costante, finchè quello che prima aveva il volume alto, adesso sussurra e si ferma per respirare. Con questa tecnica in due si puo’ tenere una nota allo stesso volume per sempre. Adesso il turno di Chris: ha appena respirato e sta crescendo di volume mentre il suo vicino sta diminuendo di intensità. Il vicino adesso respira e Chris sta cantando con il massimo del volume proprio come faceva a scuola. Chris sta pensando alla sua insegnante e si accorge con un attimo di ritardo che la direttrice ha chiuso il pezzo. La sua voce per un decimo di secondo piu’ del dovuto, risuona sola, al massimo del volume mentre il resto del coro è oramai muto.  L’esibizione è stata grandiosa, il coro è in lizza per aggiudicarsi il primo premio  ma la giuria si è accorta della sbavatura finale. Uno dei giudici vista l’età di Chris vuole parlare con lui. Gli chiede della sua passione che a quella età lo porta ancora a in giro a cantare e gli chiede del problema finale. Chris racconta della sua storia, che non ha mai imparato a leggere la musica perchè a scuola non ha mai potuto partecipare ad alcuna lezione, ma che nonostante tutto a lui è sempre piaciuto cantare e soprattutto cantare a squarciagola, perchè quando canta forte il suo cuore si riempie di gioia.
Lo studio si emoziona. C’è chi piange. Il coro di Chris vince il primo premio. Chris se ne torna a casa. Domani è un altro giorno e Chris si merita un’altra cantata a squarciagola.

Annunci
Categorie:Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: